Iscrizioni

Avviso pubblico


Si comunica che per il giorno 20 ottobre 2020 è prevista l’inaugurazione delle attività della Scuola di Archivistica, Paleografia latina e Diplomatica istituita ai sensi dell’art. 14 del DPR 1409/1963 presso l’Archivio di Stato di Genova per il biennio 2020-2022.
Di seguito si illustrano i principali aspetti organizzativi e didattici del corso.

AMMISSIONE AL BIENNIO DI STUDIO

Le ammissioni sono limitate a n. 20 allievi, compresi n. 1 archivista ecclesiastico soprannumerario ammesso ai sensi dell’art. 3, comma 3, del DPR 189/2000, nonché eventuali archivisti in servizio presso la Pubblica Amministrazione, ammessi di diritto. Questi ultimi dovranno presentare una domanda di iscrizione al corso, entro i termini comunque stabiliti, allegando alla medesima una dichiarazione resa ai sensi del art. 47 del DPR 445/200 in cui si attesta la qualifica, il livello e le funzioni dell’interessato. Possono essere ammessi direttamente al corso solo coloro che svolgono funzioni relative alla tenuta e gestione degli archivi e che siano in possesso di un titolo di studio di Scuola Media Superiore.
Per l’ammissione di studenti non impiegati presso una Pubblica Amministrazione nelle funzioni sopra descritte, sono richiesti il possesso di un diploma di istruzione secondaria di II grado (ex scuola media superiore), e il superamento di un esame scritto consistente nella traduzione di un testo latino prodotto tra il XII e il XV secolo, e in alcuni quesiti a risposta aperta volti ad accertare la conoscenza di base di rilevanti momenti e problemi di storia medievale, moderna e contemporanea.
La prova di ammissione si svolgerà nel rispetto della normativa vigente in materia di pubblici concorsi (D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487) e del protocollo di sicurezza anti contagio che verrà a tal fine adottato sentito il RSPP, il giorno 16 ottobre 2020, alle ore 9,00, presso la sede dell’Archivio sita in p.za Santa Maria in via Lata, 7. I candidati dovranno presentarsi, senza ulteriore avviso, muniti di documento di identità o di riconoscimento, accedendo dall’ingresso sito in Via S. Chiara 28 r. All’ingresso verranno registrati e dovranno igienizzare le mani e compilare una dichiarazione, appositamente predisposta per l’emergenza covid-19, nonché sottostare alla regolamentazione di sicurezza che sarà illustrata in tale sede.
Durante la prima prova, ai candidati è consentito l'uso di dizionari di latino.
La durata della prova di traduzione è fissata in due ore, mentre quella della prova di storia è fissata in 90 minuti (totale: 3 ore e mezza).
La commissione esaminatrice sarà composta dal Direttore dell'Archivio di Stato di Genova e da due membri scelti tra i docenti della scuola.
Sono dichiarati idonei coloro che hanno conseguito un punteggio pari almeno a 18/30 (diciotto trentesimi) in ciascuna delle due prove di ammissione. Sono ammessi al corso i primi candidati classificatisi in base alla votazione complessiva data dalla somma dei voti delle due prove, fatti salvi i posti riservati, fino ad un massimo di 20 iscritti. A parità di punteggio, sono ammessi i candidati più giovani di età.
L’idoneità non costituisce titolo per l’ammissione di diritto al biennio successivo.

DOMANDA DI ISCRIZIONE

Le iscrizioni alla prova di ammissione, per il biennio 2020-2022, sono aperte dal 10 settembre al 9 ottobre 2020.
La domanda di partecipazione all’esame selettivo, redatta in carta resa legale sul modello allegato al presente avviso, dovrà essere trasmessa per via telematica agli indirizzi as-ge@beniculturali.it (posta elettronica ordinaria) o mbac-as-ge@mailcert.beniculturali.it (posta certificata), oppure spedita o consegnata in originale cartaceo alla sede dell’Archivio di Stato di Genova, p.za Santa Maria in via Lata, 7 – 16128 GENOVA. In caso di invio telematico, l'originale della domanda dovrà essere consegnato il giorno dell'esame di ammissione.
Per ragioni di capienza degli spazi disponibili e nel rispetto dei vigenti protocolli di sicurezza sanitaria  saranno prese in considerazione le prime 50 domande perveute. Non saranno prese in considerazione le domande pervenute oltre le ore 12,00 del giorno 9 ottobre 2020 (farà fede l’orario di ricezione – per le mail- e l’annotazione scritta di VISTO ARRIVARE posto sulle istanze che perverranno per via postale o a mano dall’addetto alla ricezione della posta, che riporterà l’indicazione della data e dell’orario di consegna della posta).
Gli ammessi alla frequenza del primo anno del corso saranno avvisati dell’avvenuto superamento della prova di ingresso a mezzo posta elettronica ordinaria.

ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA

Il corso è articolato in insegnamenti teorici ed esercitazioni pratiche, eseguite con la supervisione di archivisti di Stato.
Durante i due anni di studio, sono previsti insegnamenti teorici delle seguenti materie: archivistica generale, archivistica speciale, paleografia latina, diplomatica del documento medievale, diplomatica del documento contemporaneo, latino medievale, storia delle istituzioni genovesi, valorizzazione del patrimonio archivistico, elementi di tecnologia archivistica, legislazione sui beni culturali, restauro conservativo dei beni documentari.
La frequenza degli insegnamenti di archivistica generale, paleografia latina e diplomatica del documento medievale è obbligatoria nella misura minima di 5/6 delle lezioni impartite (minimo 100 ore di presenza su un totale di 120 ore erogate per ogni anno).  Il rispetto di tale obbligo sarà verificato al termine del primo anno di corso, per l’ammissione al secondo anno, e al termine del secondo, per l’ammissione all’esame finale.
Gli insegnamenti teorici non obbligatori verteranno comunque su argomenti la cui conoscenza costituirà requisito per il superamento dell’esame finale.
Oltre alle lezioni teoriche, sono previste esercitazioni pratiche di archivistica, paleografia latina e diplomatica, e un corso a carattere seminariale di lettura di documenti medievali. La frequenza delle esercitazioni è consigliata per acquisire conoscenze metodologiche che costituiranno, anch’esse, materia di esame finale.
Le lezioni si svolgeranno, di norma e salvo modifiche che saranno tempestivamente comunicate, nelle giornate di mercoledì e giovedì, dalle ore 14,00 alle ore 17,00, presso l’aula didattica o presso la sala convegni della sede di Genova dell’Archivio di Stato, sito in Piazza Santa Maria in via Lata, 7, a partire dalla data di mercoledì 21 ottobre 2020, salvo eventuale diverso avviso che potrà essere successivamente comunicato con avviso pubblicato sul sito Istituzionale.
L’inaugurazione del biennio di studio 2020-2022 si terrà il giorno 20 ottobre 2020, alle ore 14,00, presso la suddetta sede, salvo eventuale diverso avviso che potrà essere successivamente  pubblicato sul sito Istituzionale.
Al fine di rendere compatibile l’attività didattica con le prescrizioni di carattere sanitario dovute all’emergenza epidemiologica in corso, saranno poste in essere modalità di erogazione della didattica a distanza, che garantiscano equamente a tutti gli iscritti una frequenza degli insegnamenti in presenza e che garantiscano la possibilità di registrare l’avvenuta frequenza dei corsi.
Per questa ragione gli  iscritti saranno suddivisi in due gruppi che si alterneranno nelle lezioni seguite in presenza e in quelle che dovranno necessariamente essere seguite da remoto, a mezzo di strumenti informatici, secondo un calendario che verrà anticipatamente reso noto agli allievi. Gli eventuali uditori che presenteranno domanda di partecipazione al corso ptranno essere ammessi a seguire le lezioni esclusivamente in modalità telematica.
Il calendario dettagliato delle attività sarà comunicato in occasione della prima lezione.
I corsi del primo anno termineranno, indicativamente, e salvo sopraggiunte eventuali disposizioni ministeriali o della Pubblica Autorità sulle misure per il contenimento del contagio, nel mese di maggio 2021.